Menu
Difetti

Miopia giovanile cos'è e cosa fare perché non peggiori

COME FUNZIONA LA VISTA?

L’occhio è costituito da muscoli, nervi, tessuto cutaneo e vascolare e cresce con l’organismo fino ad arrivare al massimo sviluppo attorno al 25esimo anno di età.

La vista si sviluppa durante il periodo fetale. Appena nato il bambino è già capace di vedere: le pupille reagiscono in caso di luce forte ed è attratto dalla luce tenue e dal movimento.

La capacità di fissare nel neonato diventa netta tra la seconda e la quarta settimana di vita.

L’apprendimento visivo massimo si ha fino all’età di 2 anni, poi lentamente continua fino ai 4-8 anni, quando la visione diventa sovrapponibile a quella di un adulto.

L’occhio può essere paragonato ad una macchina fotografica dove le lenti (cornea e cristallino) costituiscono l’obiettivo e la retina assume le stesse funzioni della pellicola.

COS’È LA MIOPIA?

La miopia determina la percezione confusa degli oggetti lontani. Maggiore è l’entità del problema e più evidente è la necessità di avvicinarsi alle cose per vederle meno sfuocate.

Esistono diversi tipi di miopia: quella congenita, dove il difetto si manifesta alla nascita, rimane costante fino all’età scolare, ma aumenta durante la scuola, e quella giovanile, più comune, che compare in età scolare dai 6 ai 14 anni.

La miopia è una condizione in cui l’asse dell’occhio è troppo lungo e i raggi luminosi provenienti da un oggetto distante non si focalizzano correttamente sulla retina, ma davanti ad essa, causando l’errore di rifrazione.

miopia giovanile

QUALI SONO I SEGNALI CHE IL NOSTRO BAMBINO STA VEDENDO MALE?

– Mentre legge si avvicina al testo e/o perde il segno

– Ha difficoltà nel leggere o copiare dalla lavagna

– Ha difficoltà di concentrazione e apprendimento

– Mentre legge scambia la p con la q, la d con la b

– Vede la TV a distanza ravvicinata

– Manca di coordinazione nei movimenti o scontra gli oggetti presenti nel suo spazio

– Ha difficoltà nei giochi con la palla

– Soffre di vertigini o mal d’auto, mal di mare, ecc.

– Si strofina o strizza gli occhi

fridop miopia giovanile

 

COSA SI PUO’ FARE PER CONTRASTARE LA MIOPIA NEI BAMBINI?

– Far sedere il bambino correttamente

– Lasciarlo giocare all’aria aperta

– Ridurre al minimo l’esposizione alla TV o ai videogiochi

– Rispettare la distanza ottimale per leggere o scrivere da vicino (35-40 cm)

– Garantire un regime alimentare sano ed equilibrato, fornendo all’occhio tutti i nutrienti di cui ha bisogno per funzionare bene, in particolare le vitamine e i sali minerali. Questi nutrienti si trovano nella frutta e nella verdura, soprattutto a foglia verde, nei cereali integrali, nei legumi e nei vegetali giallo-arancio. E’ consigliabile, quindi, far consumare abbondanti porzioni di questi alimenti.

Uno studio recente su oltre 4.000 bambini dell’Univerità di Sidney ha dimostrato che giocare all’aria aperta è importante per il benessere della vista. L’aspetto più interessante è che la luce solare stimola la retina a rilasciare dopamina, un neurotrasmettitore che sembra rallentare l’allungamento del bulbo oculare, tipico dei miopi. L’attività all’aria aperta porta quindi ad una diminuzione dell’incidenza di miopia giovanile. Alcuni alimenti contengono nutrienti, come la feniletilamina (PEA), capaci di regolare la produzione di dopamina, in particolare i formaggi fermentati, la cioccolata, i frutti rossi ed alcune alghe naturali come l’Alga Klamath, presente nel nostro Fridop.

  TOP

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. If you continue navigation of this website you accept the use of cookies. Maggiori Informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostate per "permettere cookie" per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto", allora si acconsente a questo.

Chiudere