Menu
sport e salute

Gli effetti positivi dello sport sulla salute

Il nostro corpo ha bisogno di muoversi, non è fatto per la sedentarietà.

Quante volte abbiamo sentito dire che lo sport fa bene alla salute.
L’attività fisica è in grado di contrastare l’insorgenza di diverse patologie quali problemi cardiovascolari, obesità, diabete, cancro.

Ma perché? Quali sono i reali benefici di svolgere un’attività sportiva? Qual è il meccanismo di protezione che si innesca?

Agisce sulla diminuzione del peso corporeo,
durante l’esercizio di resistenza l’organismo utilizza maggiormente i grassi e aumenta la mobilizzazione dei trigliceridi e acidi grassi dai depositi adiposi, portando così ad un dimagrimento.  

Modera il metabolismo ormonale,
aumenta l’attività degli enzimi aerobici del muscolo scheletrico, riduce il livello degli ormoni estrogeni ed androgeni circolanti a cui sono sensibili tumori come quelli dell’utero, del seno e della prostata.

Regola i livelli di insulina nel sangue,
con l’avanzare dell’età in alcune persone i tessuti possono diventare resistenti all’insulina e quindi non essere più in grado di togliere adeguatamente gli zuccheri in eccesso dal sangue. Il problema è che avere la glicemia alta e, in generale, non essere capaci di rispondere allo stimolo indotto dall’insulina, se protratta nel tempo, perché non diagnosticata, può danneggiare l’organismo: i reni, il cervello, le arterie.

Aiuta a mantenere giovani muscoli, ossa e articolazioni,
in quanto migliora la funzionalità e la struttura di tendini e legamenti.

Favorisce il funzionamento degli apparati cardiovascolare e respiratorio,
aumenta il consumo di ossigeno e la gittata cardiaca, si assiste ad una riduzione della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa e c’è quindi una diminuzione del lavoro del cuore, con un effetto di protezione del muscolo cardiaco. L’aumento del flusso di sangue ossigena i tessuti, facilitando anche l’arrivo di sostanze antinfiammatorie e l’eliminazione delle sostanze tossiche accumulate.

– Stimola il sistema immunitario,
regola il numero e l’attività di alcune cellule essenziali, fra cui i macrofagi e i linfociti natural killer.

Aumenta il rilascio di endorfine, l’ormone del buonumore,
muoversi quotidianamente produce effetti positivi sulla salute fisica e psichica della persona. Oltre al notevole miglioramento fisico, infatti, muoversi fa bene anche al buonumore. E’ in grado di prevenire ansia e stress. Se adattato e integrato nelle proprie attività quotidiane diventa un momento di svago. L’importante è non viverlo come un ulteriore peso, ma come un momento per prendersi cura di sé stessi e ricaricarsi.

Già dopo un breve periodo di attività fisica regolare assistiamo ad un miglioramento dell’organismo e la nostra aspettativa di vita aumenta fino a 4 anni di più.

Blog sport (1)

Quanto sport dovremmo fare in una settimana?

Non esiste una regola ma il minimo sarebbe fare sport tre volte a settimana.
Secondo il Center for Diseases Control di Atlanta, uno dei centri di punta al mondo che si occupa di prevenzione, un adulto dovrebbe fare 30 minuti al giorno di attività fisica moderata per almeno cinque giorni a settimana, per esempio camminando a passo svelto, e 20 minuti di attività fisica intensa, come correre, per almeno tre giorni a settimana.

Ma questo non significa che ognuno di noi debba trasformarsi in un atleta. Sono sufficienti le semplici attività di tutti i giorni, come camminare, ballare, andare in bicicletta, portare fuori il cane o anche solo fare qualche lavoro domestico.
Non ci sono quindi scuse per chi dice che non ha tempo da dedicare allo sport. Si può iniziare facendo le scale invece di prendere l’ascensore o scendere dall’autobus una fermata prima e fare un pezzo a piedi.
Trasformando le normali attività quotidiane in un pretesto per fare un po’ di esercizio, certamente vi muoverete di più di quanto possiate pensare.

Vanno però rispettati i propri ritmi. Ogni momento della vita ha le proprie esigenze e necessità. Con l’età si può ridurre l’attività intensa e aumentare un po’ quella moderata, magari preferendo una passeggiata nella natura, invece di diversi chilometri di corsa sostenuta.
I ragazzi e gli adolescenti non dovrebbero mai rinunciare alla passione per lo sport, per impostare prontamente una vita salutare e per prevenire già da subito le complicanze legate alla sedentarietà. Inoltre è stato dimostrato che l’attività all’aria aperta riduce il rischio di sviluppare la miopia, in crescente aumento in questi ultimi anni anche a causa di un uso sempre maggiore di smartphone e tablet fin dai primi anni di vita.

 

Condividi Questo Post!


Circa L'autore: Eye Pharma

0 Commenti

Lascia un Commento

Your email address will not be published.

Related post

  TOP

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. If you continue navigation of this website you accept the use of cookies. Maggiori Informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostate per "permettere cookie" per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto", allora si acconsente a questo.

Chiudere